nicola petaccia punta aderci

Riserva Naturale Punta Aderci

Osservazioni relative a: istanza di permesso di ricerca per idrocarburi d 495 BR-EL

Con riferimento agli Studi di Impatto Ambientale inerenti le Istanze di Permesso di Ricerca per Idrocarburi d 495 BR-EL che interessa un’area a largo della costa teatina (da Fossacesia a Punta Penna di Vasto) presentato dalla società Petroceltic Elsa srl; come gruppo di cittadini interessato al paesaggio, all’identità e al bene economico insito in essi, vogliamo esprimere la nostra contrarietà.

L’area citate sono distanti (nel punto più vicino) 5 km dalla Riserva Naturale Punta Aderci, ciò comporterebbe un grave danno economico e naturalistico qualora il territorio venisse concesso all’estrazione in mare. Sono incompatibili gli investimenti fatti in passato per salvaguardare queste aree con gli attuali privati che ledono l’immagine della nostra regione e le strutture economiche che vivono di questo territorio. Non si tiene conto degli enti locali, cittadini, forze produttive, operatori turistici, che sono coinvolti con il progetto del Parco della Costa Teatina, un primo sistema di coesione legato anche al Corridoio Verde Adriatico e la riqualificazione del tracciato ferroviario dismesso lungo 50 km.

Inoltre ripetiamo i medesimi problemi già esposti rispetto al progetto di perforazione “Elsa2” a largo di “Torre Mucchia” inerenti la visibilità e la pesca.

Per quanto sopra espresso si invita ai sensi dell’art. 23 del D.Lgs 3 aprile 2006 n. 152 e modificato dal D.Lgs 16 gennaio 2008 n. 4 a non rilasciare Pronuncia positiva di compatibilità Ambientale, alla “Istanza di permesso di ricerca per idrocarburi d 495 BR-EL” presentato dalla società Petroceltic Elsa srl. Si riserva la facoltà di ulteriori osservazioni ed approfondimenti all’esito della procedura in atto.



Visualizza riserva naturale punta aderci in una mappa di dimensioni maggiori